Seguire un corso di massaggio base per l’abilitazione

Imparare le tecniche classiche di massaggio grazie a un corso di formazione è semplice, seguendo il calendario proposto in varie regioni di Italia. Per chi abita a Roma è possibile seguire una scuola di massaggi che consentirà di padroneggiare tutte le tecniche e poter quindi trovare un lavoro presso strutture di benessere, come centri bellezza, centri di massaggio, spa, hotel e navi da crociera che propongono questo particolare servizio.

Il massaggio svedese

La tecnica classica è conosciuta anche come massaggio svedese perché fu sviluppata per la prima volta, nell’Ottocento, a Stoccolma. Si deve a un medico svedese Pehr Henrik Ling anche la prima classificazione delle tecniche manuali che si basavano sul contatto col corpo del paziente attraverso lo sfioramento, la frizione e la pressione. L’esperienza suggeriva che queste pratiche portavano svariati vantaggi e benefici e che andavano perciò studiate. È assai particolare che nella storia del massaggio non vi siano stati grandi progressi per almeno un secolo, fino a quando esso non ha fatto il suo ingresso nelle tecniche di recupero utilizzate in ambito sanitario, diventando un cardine nella prevenzione dei mali muscolari e delle infiammazioni, nonché nel recupero fisico e in più in generale nel campo del benessere psico-fisico.

Quali sono gli strumenti del massaggiatore abilitato?

Chi diventa massaggiatore abilitato seguendo un corso, quasi sempre lavora per una struttura che offre come servizio la massoterapia, spesso in funzione di recupero fisico e benessere fisico-mentale. Il datore di lavoro tipo del massaggiatore è il centro-massaggi, il centro di bellezza e la spa, ma può capitare di esercitare la professione in modo autonomo, spesso muovendosi di casa in casa con la propria attrezzatura. Il massaggio richiede l’intervento su persone che non hanno in genere difficoltà motorie, che preferiscono far riferimento ai fisioterapisti, che esercitano una professione sanitaria legalmente riconosciuta. Pertanto nella propria attrezzatura occorre inserire il lettino, spesso portatile, con un lenzuolo pulito, in un più almeno due cuscini di cui uno grande, una copertina e vestirsi in modo comodo e formale. L’attrezzatura da massaggiatore professionista può essere reperita facilmente nei supermercati e nei negozi specializzati in materiale medico-sanitario. I cuscini allo scopo di favorire la circolazione e posizionare meglio il paziente, sono di forma cilindrica, e si sistemano o sotto le caviglie o sotto la pancia, oppure sotto le ginocchia, dipende dalla tipologia di massaggio che si sta eseguendo. Questi piccoli accorgimenti danno al paziente una sensazione di benessere e tranquillità e lo preparano al massaggio. Il lettino è fondamentale anche se è possibile eseguire un massaggio sul pavimento, sopra un classico materassino avvolgibile da palestra, ma è una pratica consigliata ai più esperti. Infine, il consiglio di vestirsi comodi non vale solo per sé stessi, in quanto l’abbigliamento comodo rende più pratica l’operazione, ma anche nei confronti del paziente: niente bracciali, anelli, orologi e qualsiasi cosa che possa dar fastidio alla pelle nuda del massaggiato, incluso l’utilizzo di tessuti ruvidi, operando possibilmente scalzi e a maniche corte.

Add Comment

Required fields are marked *. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.