Sardegna: mare, natura e vacanza

La vacanza sul mare in Sardegna è un must di chi può permetterselo, dicono in tanti, ma in realtà sapendo scegliere bene, l’isola offre grande prospettive per chi sa aguzzare l’ingegno e non si ferma alle proposte da copertina che spesso campeggiano nei siti specializzati. Innanzitutto va detto che l’isola grazie alla sua estensione (la seconda nel Mediterraneo) non può naturalmente essere catalogata facilmente come destinazione univoca. Pensate che nel massiccio del Gennargentu ci sono pure delle stazioni sciistiche, per dire della varietà di paesaggi con cui abbiamo a che fare.

Molto dipende da chi è e cosa vuole il turista che decide di trascorrere le sue vacanze nell’isola. Chi non è sardo sa che è arduo trovare servizi eccellenti al di fuori dei circuiti organizzati. La Sardegna, non è tutta colpa sua dato che appartiene all’Italia e anzi, rispetto agli altri posti del Mezzogiorno è persino meno disastrosa, ha una rete stradale insufficiente, i treni suscitano pietà e compassione, i servizi turistici primari non sono all’altezza della fama e della bellezza dei posti. Forse non è un male: il vero vantaggio è avere tante spiagge libere e una sensazione di selvaggio che difficilmente si può trovare altrove. L’isola stessa si presenta come un micro-continente, con variazioni climatiche e linguistiche, culturali e paesaggistiche da parte a parte. Un incentivo a vivere al massimo la vacanza e non limitarsi alla solita puntata in spiaggia (che pure vale il prezzo del biglietto, come si suol dire).

In ogni caso, la tipologia di vacanza varia a seconda dei gusti: può essere principalmente balneare, cioè in una delle località turistiche al top come La Maddalena e Palau, Porto Rotondo e la Costa Smeralda, San Teodoro e Budoni, Baunei e Orosei, Villasimius e la Costa Rei, Santa Margherita di Pula e Chia, la costa del Sulcis Iglesiente e le isole di San Pietro e Sant’Antioco, Marina di Torre Grande, Bosa e Alghero, Stintino e Castelsardo fino ad arrivare alla punta nord di Santa Teresa.

Oppure senza badare alle località in sé si sceglie l’isola per un turismo fatto di escursioni, esplorazioni, percorsi a piedi, speleologia ed immersioni, sfruttando la generosa natura selvaggia dei luoghi, in particolare nel Sulcis Iglesiente e soprattutto nell’Ogliastra, dove la montagna scende a strapiombo nelle spiagge più belle alle spalle di Arbatax e Baunei. Le immersioni sono una delle attività preferite nella zona intorno all’isola di Tavolara, che oltre a godere di una riserva marina protetta, offre numerosi relitti marini ideali per diving e lo snorkeling.

Quando si va in Sardegna le scelte per il pernottamento sono differenti. Nel corso dei decenni, a partire dallo sviluppo dell’edilizia negli anni ’70 e ’80, con lo sfruttamento delle risorse turistiche, i residenti sardi dell’entroterra hanno costruito numerose seconde case al mare (e terze in qualche caso), da affittare nei mesi di punta. Consentono di risparmiare soprattutto se si va in gruppo, quindi sono le preferite dai giovani che possono così occuparle per una settimana o più.

Notevole è anche il comparto delle vacanze organizzate. I villaggi turistici all inclusive in Sardegna coprono praticamente tutte le località principali (Agrustos, San Teodoro, Villasimius, Santa Margherita di Pula, Chia per citarne alcune) e si aggiungono agli hotel e i bed and breakfast. Su queste strutture recentemente si registra una polemica politica e la necessità di evitare che si diffondano pratiche abusive.

Ovviamente in Sardegna vanno alla grande anche formule completamente ispirate all’avventura come il camping e il camper, numerose sono le aree di sosta, mentre i campeggi sorgono in luoghi particolarmente selvaggi, ma comunque ben serviti.

In definitiva, non rimane altro da fare che prenotare un biglietto, in nave o in aereo, e partire all’avventura. Puntando magari sulla vacanza di settembre, a costi più contenuti e con minor ingombro di gente.

Add Comment

Required fields are marked *. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.