Perchè i cereali sono importanti?

Perchè i cereali sono importanti?

Perchè i cereali sono importanti?Menzioni d’onore

Grano saraceno, miglio, segale, riso integrale, riso selvatico, sorgo, mais.

Degni di menzione

Per stabilire quali sono i cereali migliori per voi, prendete in considerazione anche qualche altro elemento rispetto al solo numero di nutrienti. Per esempio, se questi cereali fossero considerati esclusivamente per il contenuto di nutrienti, l’orzo si sarebbe posizionato secondo e l’avena settima. Ma quando ci si affida ai benefici per la salute che sono dimostrati da prove solide, orzo e avena sgomitano fianco a fianco per il primo posto. Il tema dominante qui è scegliere un’ampia varietà di cereali integrali da inserire nella propria dieta, in quanto ognuno apporta qualcosa di diverso e al contempo sano sulla tavola – e sono tutti eccellenti!

Che cosa sono i cereali integrali? Perché fanno bene alla salute?

Riporto la definizione di cereale integrale pubblicata da The Whole Grains Council, perché è piuttosto semplice e immediata: «il 100% del grano originale – tutta la crusca, il germe e l’endosperma – deve essere presente per poter qualificare un cereale come integrale». Un tempo gli esperti che si occupavano di salute si basavano sul contenuto di fibre dei cereali completi, ma la ricerca ha dimostrato che i benefici per la salute derivanti dal consumare cereali integrali vanno ben oltre il contenuto di fibre. L’intero pacchetto di nutrienti, compresi quelli macro, micro e vegetali, contribuisce ai benefici che i cereali integrali garantiscono alla nostra salute. Un patrimonio unico, che varia da uno all’altro. Una meta-analisi recente ha scoperto che queste sostanze svolgono un ruolo importante per abbassare il rischio di malattie croniche, come per esempio le forme coronariche, diabete e cancro, e contribuiscono anche al mantenimento del peso corporeo e alla salute gastrointestinale. Alcuni studi dimostrano che passare ai cereali integrali per rimpiazzare quelli raffinati abbassa il rischio di molte malattie croniche. Mentre i benefici sono più pronunciati per coloro che consumano almeno tre razioni al giorno, alcune ricerche dimostrano rischi ridotti anche con una sola razione al giorno. I ricercatori della Tufts University hanno condotto uno studio su quasi tremila uomini e donne, scoprendo che gli adulti che consumavano tre o più razioni al giorno di cereali integrali e limitavano quelli raffinati a una razione al giorno o meno avevano il 10% di grasso addominale in meno rispetto a chi non mangiava in questo modo.

Curiosità sui cereali

I semi che consumano i canarini, come quelli di coda di topo, panico, Coix lacryma-jobi e fonio, sono considerati cereali integralima non vengono inseriti negli elenchi ufficiali dei migliori cereali perchè non vengono mangiati dagli uomini. I semi da cui si ottiene l’olio e i legumi, come lino, chia, girasole, soia, ceci e così via non sono considerati cereali integrali dalla Whole Grains Council, dalla USDA e dalla FDA nonostante siano talvolta usati come cereali, per esempio sotto forma di farina. Amaranto, quinoa e grano saraceno sono considerati ‘pseudo cereali’ dato che vengono solitamente venduti come cereali da prima colazione, e il loro profilo nutrizionale, così come la loro preparazione, risultano simili a quelli dei cereali.

Add Comment

Required fields are marked *. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.