Per sopracciglia sempre perfette c’è il Microblading

Microblading

Stufe di perdere tempo davanti allo specchio per sistemarvi le sopracciglia con le pinzette, che fanno anche male? Allora basta, buttatele via e sottoponetevi al trattamento del Microblading: un investimento che vi lascerà con le sopracciglia perfette per tanto, tantissimo tempo!

Semipermanente non è per sempre

Il Microblading è una tecnica molto utile per le sopracciglia, e garantisce ottimi risultati. Non va però vista come definitiva perché, anche se il risultato è semipermanente, dovete sempre informarvi per prendere la migliore decisione secondo le vostre necessità, i vostri gusti e le vostre caratteristiche fisiche.

Vediamo in brevemente in cosa consiste: si tratta di una dermopigmentazione delle sopracciglia, per rendere più intense o ridefinire quelle che avete, ma anche per ridisegnarle da zero quando quelle naturali sono assenti per cause quali l’alopecia o la chemioterapia.

Il Microblading si applica con una penna specifica, dotata di una lama fatta di tanti piccoli aghi che inserisce pigmenti colorati sottopelle, disegnando le sopracciglia pelo per pelo nella forma desiderata, in totale libertà.

Ecco cosa vi serve sapere

  • Il Microblading è classificato come trucco semipermanente. Quindi garantisce un risultato duraturo nel tempo privo di ritocchi o cure, ma non eterno (la sua durata sta intorno a uno o due anni massimo). La sua durata dipende da caratteristiche individuali come il tipo di pelle e/o lo stile di vita. L’estetista quindi vi può fornire delle stime in fase di consulenza, ma ovviamente non può indicarvi la durata esatta.
  • Il Microblading non deve essere scambiato per il Tattoo, che invece è trucco permanente. Si possono effettivamente confondere, queste due tecniche, visto che entrambe usano dei pigmenti sottopelle.
  • Il Microblading può essere doloroso per chi è particolarmente sensibile (ma va detto che per lo più si sente un leggero fastidio anche grazie ad una crema anestetizzante locale e alla poca profondità del deposito dei pigmenti). Per darvi un’idea, il Tattoo potrebbe essere più doloroso perché deposita i pigmenti in uno strato inferiore della pelle.
  • Il Microblading è sconsigliato per chi soffre di malattie come l’epatite e l’HIV, e con disturbi alla pelle quale eczema, psoriasi, infiammazioni attive; e anche persone affette da emofilia.
  • L’operatore deve sempre utilizzare prodotti monouso per una questione di sterilità, quindi controllate sempre che siano ben sterilizzati (lo potete fare per esempio guardando che li aprano di fronte a voi).
  • Il Microblading è un’operazione estetica che può essere fatta solamente da professionisti del settore. Quindi oltre all’autorizzazione per l’esercizio alla pratica estetica e alle varie certificazioni sanitarie, accertatevi che l’operatrice o l’operatore abbia ricevuto una formazione specializzata.
  • Durante il primo mese le sopracciglia saranno caratterizzate da un colore più scuro e saranno più voluminose rispetto a quanto desiderato, ma è un normale processo di guarigione della pelle utile alla stabilizzazione del pigmento. In questi primi 30 giorni non bisogna esporsi al sole, non bisogna fare il bagno in piscina, non bisogna fare saune. Ci sarà poi un secondo incontro per la verifica del risultato e il ritocco su pelle guarita, e passato il periodo le sopracciglia assumeranno l’estetica desiderata e concordata con l’operatore.
  • Il microblading non si rimuove, ma la pelle assorbe naturalmente il pigmento nel tempo per cui se volete mantenere l’aspetto per più di un anno dovrete sottoporvi ad un Microblading di ritocco.

Add Comment

Required fields are marked *. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.