Dolci natalizi da tutto il mondo!

dolci natalizi

Uno dei motivi per amare il periodo natalizio è sicuramente il profumo caratteristico che lo consacra, quello dei dolcetti che si possono acquistare in giro per le bancarelle che occupano le città durante le feste, quello dei dolci che fanno i nostri genitori o i nostri nonni, o il profumo che si può trovare nelle poche botteghe a lavorazione artigianale. Ogni Nazione che sente il Natale ha i suoi dolci tipici, ed ecco qui quali sono.

Scoprire il mondo mangiando

Per il Natale le città occidentali (ma non solo) fanno a gara a chi sfoggia le luci e le decorazioni più belle, e soprattutto i Paesi a forte e lunga tradizione cristiana si riempiono dei profumi tipici delle loro ricette natalizie. Questi dolci sono un must da scoprire se amate le pietanze natalizie, per cui usciamo addirittura dai confini italiani – all’interno dei quali sappiamo che ogni regione ha il suo gelosissimo modo di addolcire le feste – per andare un po’ a scoprire cosa si mangia nel resto del mondo per questa festività.

>Del resto ormai anche quest’anno il Natale si avvicina, e tra una spesa e l’altra è il caso di pensare anche a ciò che mangeremo al cenone e/o al pranzo. Protagonisti indiscussi, quelli che soprattutto i bambini aspettano con ansia, sono i dolci per cui perché quest’anno non provate a fare un dolce diverso dal solito, unendo una cultura simile e al contempo diversa dalla nostra? La scelta è così vasta che sicuramente troverete qualcosa che vi interessa. Noi, nel frattempo, ve ne proponiamo qualcuno…

Spagna: la Ciambella dei Re Magi

Viene chiamata anche Roscòn de Reyes ed è un dolce tipico del Natale spagnolo. Un dolce soffice e morbido che si decora con della frutta candita ed è solitamente servito con miele, fichi e datteri. Si prepara facendo sciogliere in una ciotola 15 grammi di lievito di birra con del latte tiepido (un cucchiaio). A questo si aggiungono 60 grammi di farina e mezzo cucchiaio di zucchero, e poi si lascia riposare per una quindicina di minuti. Proseguite aggiungendo altri 80 grammi di farina e 120 di manitoba, insieme a un uovo, un tuorlo, 50 grammi di zucchero, acqua di fiori d’arancio, burro fuso, e le scorze grattuggiate di arancia e limone. Non ultimo, il succo d’arancia. Impastate tutti questi ingredienti in modo da avere un impasto bello liscio ed elastico, e poi lasciatelo riposare in una ciotola da coprire con un panno, per due ore in forno.

Trascorso questo tempo rimettete mano all’impasto e fate la ciambella, con un foro dalle dimensioni comunque generose. Mettete la torta in una teglia coperta di carta da forno e copritelo con un panno pulito, in modo da lasciarlo lievitare per un’ulteriore ora. Poi sbattete un uovo e spennellate la superficie, decorando con frutta candita, secca e anche delle fettine d’arancia. Infine, cuocete in forno a 180° per mezzoretta. Come vedete, è un dolce che richiama i colori e i sapori caldi della terra spagnola!

Inghilterra: il Christmas Pudding

Parlare del Natale senza citare il celeberrimo pudding inglese non sarebbe parlare del natale. Si tratta di un budino al cioccolato davvero delizioso, che si realizza con della frutta secca, le spezie, la sugna e ovviamente la farina. È una ricetta che le famiglie inglesi si tramandano di generazione in generazione.

Francia: il Tronchetto di Natale

Andiamo dai nostri cugini d’oltralpe, nonché principali rivali in ambito culinario. Il loro asso nella manica per quanto riguarda il Natale è il tronchetto natalizio: crema al cioccolato su una base biscottata, davvero delizioso, gustoso e irresistibile. Se amate il cioccolato, non potete non assaggiarlo!

Stati Uniti d’America: i Gingerbread Cookies

Sono talmente famosi che addirittura uno è uno dei personaggi più amati della saga di Shrek. I biscotti allo zenzero, noti come omini di panpepato, sono dei dolcetti allo zenzero e cannella che fanno subito Natale ma che sono buoni tutto l’anno. Gli americani (ovviamente) li adorano, e durante il periodo festivo – che da loro parte con il Ringraziamento – ne fanno e consumano tantissimi, sia per mangiarli, sia per addobbare l’albero di Natale!

Italia: da quale cominciamo?

Da noi, pur essendoci tanti dolcetti tipici del Natale, quello simbolico è il panettone, il dolce per eccellenza della città di Milano e che si contrappone al suo rivale veronese, il Pandoro: ed entrambi dividono gli italiani su chi preferisce cosa. Tante sono le ricette, che si modificano a seconda delle preferenze, ma la cosa bella del panettone e del pandoro è che si possono farcire con qualsiasi cosa.

In alternativa, dolci buonissimi soprattutto se preparati in maniera artigianale sono i torroni, e anche in questo caso ne esistono davvero tante varianti. C’è il torrone al cioccolato, quello bianco, quello classico alle mandorle e via dicendo. Se li cercate e li volete davvero buoni, sappiate che www.gmfoliviero.it ne vende di squisiti, che trasportano immediatamente chi li assaggia all’infanzia e a quei momenti in cui si mangiavano dolci fatti in casa, magari dalle nostre nonne. Oltre ai torroni, troverete anche confetti, praline al cioccolato e tanto altro!

Add Comment

Required fields are marked *. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.