Curiosità sul Carnevale di Venezia

carnevale di venezia

carnevale di veneziaLe maschere e la Commedia dell’Arte

Non si può parlare del Carnevale di Venezia senza menzionare l’importanza che le maschere della Commedia dell’Arte ebbero nel suo sviluppo. Durante il Carnevale veniva organizzati spettacoli in maschera, eventi e allestimenti, finanziati e gestiti direttamente dalla nobiltà veneziana.

Furono proprio loro, ben presto, a rendersi conto che era necessario affidare il progetto delle rappresentazioni ad artisti e professionisti della recitazione e della rappresentazione. Nel ‘500, a Venezia sorsero i primi teatri e durante il secolo successivo si formarono delle vere e proprie compagnie teatrali che svilupparono la propria attività attorno alla messa in scena della commedia, intesa come nuovo genere artistico, e delle arti sceniche.

Gli autori teatrali che si fecero largo in questo contesto furono molti, ma quando si parla di Commedia è d’obbligo citare Carlo Goldoni, il drammaturgo veneziano conosciuto in tutto il mondo per aver rivoluzionato il mondo del teatro.

Il volo dell’angelo

C’è un’altra tradizione che è indissolubilmente legata al Carnevale di Venezia: il volo dell’angelo. Questa ricorrenza è molto antica e ancora oggi viene messa in scena per ricordare l’antica tradizione. Questo spettacolo, in passato, si celebrava il giovedì grasso, mentre oggi si può assistere a questo spettacolo durante la prima domenica di festa.

Ma che cos’è esattamente il volo dell’angelo? Alcuni turisti si recano a Venezia durante i giorni del Carnevale solo per assistere a questo spettacolo: un volatile meccanico che ha le sembianze di una colomba discende legato a una corda sopra una folla in festa in Piazza San Marco. A metà del percorso si apre una botola che libera coriandoli e piccoli doni per i presenti.

Questa è la tradizione del volo dell’angelo che, però, nel corso degli anni ha subito delle variazioni. Dal 2001, infatti, a compiere il volo dell’angelo è una persona in carne e ossa, un artista in genere, che viene legata mediante un cavo metallico e percorre la sua discenda dalla cella del campanile della piazza.

Add Comment

Required fields are marked *. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.