Cosa fare in caso di depressione?

Depressione: ecco come affrontarla in 4 puntiAnche se ogni caso è a sé ed è sempre necessario agire con tempestività valutando la situazione specifica, esistono dei metodi grazie ai quali sarà più semplice comprendere di fronte a quale tipologia di depressione ci si trova e poter agire di conseguenza.

  1. Chiedere aiuto

Il primo consiglio è quello di chiedere aiuto non appena si capisce che lo stato emotivo di natura depressione perdura per diversi giorni, peggiorando o presentandosi ad intervalli più o meno regolari.

Restare in silenzio significa sottovalutare il problema, cosa assolutamente negativa; è importante, invece, dare il giusto peso ad eventuali sintomi e rivolgersi a qualcuno che sia in grado di dare un sostegno attivo e concreto.

La prima persona a cui è possibile rivolgersi è il proprio medico di base, che con ogni probabilità ci indicherà uno specialista; partecipando anche ad un singolo incontro con uno psicologo si potrà capire se si tratta effettivamente di depressione.

  1. Accettare la depressione (non rassegnarsi!)

Uno degli atteggiamenti da evitare in caso di disturbi depressivi è quello di opporsi alla malattia, evitando di contrastarla in ogni modo; è indispensabile, al contrario, accettare la situazione e lasciare che gli stati umorali fluiscano.

Il dolore non è mai inutile, ma è il segnale che qualcosa non funziona e che è necessario un cambiamento; il dolore serve per trasformare e giungere a nuove consapevolezze.

Solo attraverso l’accettazione si possono creano le condizioni necessarie per migliorare, imparando dalle esperienze e aumentando, così, la capacità ed evolvere.

Accettare la depressione non significa rassegnarsi, ma al contrario imparare ha riconoscerne le cause e gli effetti per contrastarla.

  1. Avere fiducia nelle proprie potenzialità

Molto spesso alla base di una sindrome depressiva si trova un profondo attaccamento all’esteriorità; se da un lato la nostra società ci “impone” un’immagine della felicità vuoto e strettamente connesso con l’esteriorità, ovvero dipendente da fattori esterni, dall’altro lato è chiaro che la nostra felicità dipende in primo luogo da noi, dal nostro mondo interiore e dalla nostra esclusiva capacità di trasformare e risolvere le situazioni problematiche che si presentano nel corso della vita.

È, quindi, indispensabile concentrasi su sé stessi e sulla propria vita, dando la giusta importanza ai fattori interni, a quelli esterni e a quelli psicologici.

  1. Imparare una tecnica di rilassamento

La depressione è quasi sempre associata a stati emotivi quali ansia e attacchi di panico; questi stati interagiscono scatenando la sindrome depressiva ed evitando che scompaia.

Per fronteggiare l’ansia, imparando a gestirla e quindi allontanarla, un ottimo modo è quello di ricorrere ad una tecnica di rilassamento; la meditazione, piuttosto che la respirazione corretta, possono aiutare a stare meglio, riducendo notevolmente stati ansiosi e attacchi di panico.

Aggiungi un commento

Required fields are marked *. Your email address will not be published.