Come liberarsi dallo stress attraverso la meditazione

La meditazione è una pratica molto diffusa nelle culture orientali. In alcuni casi è anche parte fondamentale della religione ed è un appuntamento fisso nelle giornate di molte persone.

La meditazione, come viene illustrato anche in alcune pubblicazioni, può aiutare a liberare dallo stress con una serie di procedure.

Respirazione con ritmi dilatati e liberazione dalle preoccupazioni aiuteranno a prendere coscienza del fatto che il mondo può andare avanti, per qualche minuto, anche senza voi.

 

Perché avvicinarsi alla meditazione?

Una delle motivazioni più chiare e valide per cui la meditazione è al giorno d’oggi sempre più approcciata sta nel fatto che riesce, se ben esercitata, a mitigare gli effetti dello stress di ogni giorno. Il corpo e la mente saranno completamente rinnovati, nonostante lo stile di vita frenetico e le corse che quotidianamente facciamo che rischiano seriamente di danneggiarci al livello psico-fisico. Ma liberarsi dallo stress quotidiano e dai rischi che questo comporta basta davvero poco.

L’importante è cominciare con un ingrediente fondamentale: la consapevolezza. Se sappiamo di chiedere troppo al nostro corpo, allora ci siamo già resi conto che qualcosa non va e dobbiamo agire in qualche modo.

Possiamo infatti cominciare introducendo delle nuove abitudini, poco invadenti che ci aiutino a rallentare il ritmo della giornata e ad eliminare piccole azioni stancanti e poco utili.

Spesso siamo in ansia quando pensiamo a prenderci del tempo per meditare, ma tranquilli: il mondo andrà avanti lo stesso, anche se vi siete ritagliati del tempo per la meditazione.

Primo passo per liberarsi dallo stress: smettere di non voler mai perdere il controllo della situazione.

Lo stress dal punto di vista biologico

Il nostro cervello può produrre delle sostanze in grado di rispondere a situazioni di minaccia, attraverso complesse sintesi. Lo stress infatti si può manifestare subito con sintomi abbastanza ovvi, come il palmo sudato della mano o il cuore che batte forte, l’irritabilità, l’ansia, ed altri ancora.

Per ricaricarsi non basta solo il riposo: anche la meditazione può giocare un ruolo importante, un’attività che si può praticare ovunque ci si trovi, trovando un senso di equilibrio e armonia.

 

Non è molto semplice iniziare a capire i meccanismi corretti, serve esercizio e dedizione, ma l’aspetto positivo è che con un po’ di pratica è possibile raggiungere livelli in cui anche solo 2 minuti al giorno riusciranno a dare notevoli benefici che possono svoltare intere giornate.

L’obiettivo è di ridurre al minimo le emozioni negative, che restituiscono pesantezza e stanchezza, per rimanere concentrati sui nostri buoni obiettivi e riacquisire la giusta spinta per essere più costruttivi ed accrescere il nostro spirito di iniziativa.

Come apprendere le tecniche della meditazione?

Prima di iniziare anche a seguire un corso, è consigliabile leggere libri sull’argomento che ci aiutino ad entrare nell’ottica. Concentrazione, pensiero, respirazione e molto altro possono essere appresi tramite lettura; l’obiettivo è sempre quello di svuotare la mente e raggiungere il giusto equilibrio psico-fisico per il bene della nostra persona a 360°.

Add Comment

Required fields are marked *. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.