Alcuni consigli per imparare le lingue da autodidatta

Alcuni consigli per imparare le lingue da autodidatta

Ci sono tanti motivi per iniziare ad imparare una nuova lingua: lavoro, cultura personale, trasferimento, addirittura l’amore. Abbiamo deciso di darvi qualche consiglio per iniziare ad approcciarvi ad un nuovo idioma. Se pensate di non farcela da soli, ci sono anche scuole di lingue private che permettono di imparare una lingua in poco tempo e con piani personalizzati, come Ilcchieri.

Se volete ampliare le vostre conoscenze per darvi qualche possibilità in più nel lavoro o nei viaggi la scelta giusta è l’apprendimento di una nuova lingua e, nonostante non sia mai troppo tardi per iniziare, se siete universitari dovreste approfittarne.

Certo le lezioni frontali hanno i loro vantaggi specie nel primo approccio (e nella costanza), ma si può fare anche tutto da soli. L’importante è mantenere costanza e impegno. Vediamo alcuni consigli.

Ci vuole dedizione

Dovete innanzitutto uscire dallo stato mentale “devo farlo” ed entrare in un mood più easy, ovvero studiare una lingua per il semplice fatto che vi piace, imparando ad apprezzare tutte le opportunità che tale apprendimento offre (e non solo a livello lavorativo).

Aiutatevi con un’app

Ci sono tante applicazioni sparse sugli store Android, Windows e iOS con esercizi divisi per difficoltà, anche se il modo migliore per gestire conversazioni sia scritte che parlate è il vocabolario: più è ricco – e quindi più parole sapete – più ve la caverete. Cercate di imparare circa 30 parole al giorno.

Parlate con insegnanti di madrelingua online

Cercate degli insegnanti di madrelingua online su portali appositi come Fluentify, un portale che “mette in vetrina” dei tutor madrelingua, o anche sui social network.

Viaggiare e viaggiare!

Naturalmente viaggiare in un Paese dove la lingua che state imparando viene parlata è il modo migliore per esercitarsi. Questo chiaramente evitando di parlare solamente con gli italiani negli ostelli, cercando amicizie con ragazzi stranieri: questo è un ottimo modo di unire l’utile al dilettevole.

E chissà che non troviate anche qualcuno da amare…!

Andare agli eventi multilingua

Cercate gruppi di studio o associazioni dedicate nella vostra città, che proiettino film in lingua o momenti di conversazione, che sono un’altra ottima soluzione. Sicuramente le grandi città ne presentano di più, ma negli ultimi tempi anche alcune città di medie dimensioni si stanno attrezzando.

Sia a Milano che a Roma ci sono l’Istituto Cervantes e il British Council, e a Milano c’è anche L’Istitut Francais.

Leggere e scrivere

Un altro modo molto utile per aumentare le capacità di comprensione imparando la lingua viva, quella usata veramente dai madrelingua è la lettura di giornali e romanzi e la visione di film. Iniziate con argomenti facili, che presentano un linguaggio semplice come i cartoni animati e i fumetti, e poi passate a qualcosa di complicato.

E non bandite i sottotitoli (prima in italiano, poi nella lingua d’ascolto): riguardate un film più volte prima usandoli come supporto, e poi toglieteli.

Iniziate anche a scrivere lettere ad un amico straniero, anche fittizio, per allenarvi cercando di farlo almeno una volta al giorno.

Add Comment

Required fields are marked *. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.