Abbronzatura senza rischi

abbronzatura senza rischi

abbronzatura senza rischiLa bella stagione è in arrivo come ogni anno e come sempre, il sogno di tutte noi è quello di avere una pelle abbronzata e dorata al punto giusto. Ma per prendere “colore”, senza correre alcun rischio per la salute, è necessario seguire alcune precauzioni. Queste non sono utili soltanto per evitare di provocare danni permanenti alla pelle, ma anche per ottenere una abbronzatura omogenea. Il primo caldo sta spazzando via le fredde giornate d’inverno e il clima incerto della primavera: siamo quasi tutte pronte per affrontare al meglio la stagione più “hot” dell’anno, il mare, la sabbia e ottenere una bella abbronzatura. Tuttavia, il sole, ed in particolari i raggi UV, sono dannosi per la nostra pelle, ma questo non significa che dobbiamo rinunciare ad un bel colorito. Basta seguire delle semplici regole per ottenere una perfetta tintarella ed essere già a Giugno l’invidia di tutte le nostre vicine di ombrellone! Innanzitutto, esponendosi al sole nelle ore più adatte e seguendo una sana alimentazione.

Il segreto è un’abbronzatura graduale

Il primo consiglio che vi posso dare è di non pretendere al primo giorno di sole di tornare a casa completamente “nere”. L’abbronzatura della pelle deve progredire gradualmente. Infatti, soprattutto nei primi giorni, la pelle chiara è soggetta a rapide scottature, quindi, è meglio non correre, anche perché se l’abbronzatura viene acquisita gradualmente, risulta più omogenea e durerà più a lungo, rispetto ad una abbronzatura immediata. Un altro consiglio necessario da dare è quello di utilizzare, soprattutto nei primi tempi, delle creme protettive, che possano anche favorire l’abbronzatura. Assolutamente vietato riciclare le creme degli anni scorsi, poiché a dodici mesi dalla loro apertura, le creme non sono più efficaci e devono essere gettate via. Inoltre, evitate prodotti per abbronzarvi fai-da-te, non perché non siano buoni, ma perché potrebbero contenere a vostra insaputa, sostanze che possono rendere la pelle più sensibile e causare scottature. L’applicazione della crema, deve avvenire almeno mezz’ora prima di esporsi al sole, altrimenti si corre il rischio di scottarsi, anche con la crema. Inoltre, durante l’arco della giornata, l’applicazione va ripetuta più volte, soprattutto dopo il bagno.

Le zone più delicate

È necessario ricordare come le creme protettive vadano utilizzate anche dopo che vi siete abbronzate. Bisogna sempre prestare attenzione alle zone più delicate, perché l’abbronzatura non è uno schermo protettivo. Le zone più delicate sono mani e viso, che rappresentano anche quelle a cui spesso e volentieri si fa meno attenzione, oltre a piedi e ginocchia. Le persone calve, inoltre, dovrebbero sempre indossare un cappellino e mettere una crema protettiva alla testa, poiché anche questa è una zona molto sensibile. Anzi, in questo punto in particolare, la quantità di prodotto utilizzata dovrebbe essere anche maggiore rispetto al resto del corpo. Per quanto riguarda bambini ed anziani, infine, è necessario ricordare che sono i soggetti maggiormente a rischio scottature, quindi devono prestare ancora più attenzione. Loro possono starsene anche tutto il giorno sotto l’ombrellone, perché torneranno a casa comunque abbronzati, ed utilizzare ovviamente delle creme protettive con un livello di protezione elevato.

Add Comment

Required fields are marked *. Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.